Ventimila tonnellate di rifiuti in arrivo corto circuito tra il Lazio e la Toscana.

ChiantiBanca allo scontro finale.
7 dicembre 2017
Alfano lascia: non mi candido Il tramonto del poltronista.
7 dicembre 2017

Ventimila tonnellate di rifiuti in arrivo corto circuito tra il Lazio e la Toscana.

Da Roma l’assessore Buschini dà per fatto l’accordo a Firenze la collega Fratoni frena: “Non abbiamo ancora deliberato”.
Accordo fatto, la Toscana tratterà 20mila tonnellate di rifiuti di Roma e del Lazio. Anzi no, le delibere delle due Regioni sono ancora da fare. Sulla spazzatura è corto circuito tra le due Regioni “rosse”. Innesca l’assessore all’ambiente della Regione Lazio, Mauro Buschini, che affida a parole scritte su un comunicato il lieto annuncio per i suoi corregionali: « La Regione Lazio ha siglato un accordo con la Regione Toscana per il trattamento di 20mila tonnellate di rifiuti urbani residui » . Apriti cielo, imbarazzi e rabbia all’imbrunire nel cielo di Firenze. E quel che erano parole scolpite, si trasformano in politichese, contraddizioni in termini e intorcinamenti. Se ne ricava una sensazione: l’accordo spazzatura c’è sui contenuti, non su come doveva essere comunicato.
Comincia, dunque, Buschini: « Entro un tempo massimo di sei mesi, in impianti pubblici della Toscana, 20.000 tonnellate » , scrive l’assessore laziale. «Non appena gli operatori avranno firmato tra loro i relativi contratti, Roma Capitale potrà trasferire in Toscana un quantitativo massimo di 200 tonnellate al giorno di rifiuti indifferenziati ».
La Toscana si mostra spiazzata dall’uscita dei laziali. E lo dimostra con un laconico ed ermetico comunicato che non nega l’esistenza di un accordo tra le amministrazioni: « La Regione Toscana – si legge in un comunicato – non ha ancora deliberato alcun accordo con la Regione Lazio per il trattamento di 20mila tonnellate di rifiuti urbani fa sapere l’assessora regionale all’ambiente Federica Fratoni, a parziale rettifica di quanto dichiarato dall’assessore all’ambiente della Regione Lazio Mauro Buschini. Nessuna delibera, precisa Fratoni, Sono al momento in corso tutti gli approfondimenti del caso relativi alla richiesta avanzata » . E così Buschini e i suoi, mentre sono convinti a smentirsi con le agenzie «in giunta abbiamo portato gli atti, solo per un disguido si è parlato di accordo concluso » – a microfoni spenti ribadiscono che l’intesa c’è sulla base di una disponibilità data da Firenze di portare i rifiuti a Massarosa e che c’è stato un disguido sui tempi della comunicazione.
Insomma, le delibere tecniche che recepiscono l’accordo non ci sono, ma l’intesa politica c’è oppure no? Alla domanda l’assessore regionale Federica Fratoni risponde a tarda ora. « Le intese politiche le prende il presidente della Regione. A me è stato dato incarico di studiare la situazioni, potenzialità di trattamento e smaltimento. Perché una cosa è ricevere 20.000 tonnellate, che è un pizzicotto, altra cosa sono quantità maggiori. È un lavoro non ancora ultimato e su cui riferirò lunedì in giunta » E allora, a lunedì. – ma.bo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *