I fondi sono stati destinati al bando per le città murate, dispiace per Siena

Scorrendo la graduatoria non ho trovato Siena, potreste smentirmi, grazie
7 Agosto 2021
Avremmo (tanto) bisogno di un Sindaco…
7 Agosto 2021

I fondi sono stati destinati al bando per le città murate, dispiace per Siena

FIRENZE.  E’ stato pubblicato l’elenco dei Comuni che si sono aggiudicati i contributi del bando per interventi di sostegno per le città murate e le fortificazioni della Toscana.

Accedono al contributo 36 Comuni in Toscana per un totale di 6 milioni di euro di interventi in tre anni. Di questi, 10 sono in provincia di Siena e si aggiudicano 1 milione e 700mila euro. Ne dà notizia la consigliera regionale Anna Paris del Partito Democratico.

«I contributi sono destinati a interventi di restauro, riqualificazione e valorizzazione delle cinte murarie. Si tratta di risorse importanti, di cofinanziamenti decisivi per mettere in sicurezza beni artistici e architettonici di grande valore e rilevante attrazione turistica – spiega Anna Paris – Il recupero dell’accessibilità e della fruibilità pubblica delle fortificazioni storiche, delle mura e degli edifici connessi rappresenta un intervento di valorizzazione del patrimonio artistico, storico e identitario del territorio della Regione e consente di restituire ad usi pubblici immobili di particolare pregio e significato. Ciò ai fini di una promozione e valorizzazione dell’appartenenza identitaria per i cittadini residenti e una maggiore capacità di richiamo in borghi, città e castelli per i turisti».

«Si tratta della prima applicazione della legge voluta dal Presidente Giani che abbiamo approvato in Consiglio regionale nello scorso febbraio – aggiunge la consigliera democratica – sono stati messi in campo 6 milioni di euro, di questi oltre 1 milione e 700mila euro vanno a 10 comuni della provincia di Siena. E’ un ottimo risultato che dimostra la buona capacità progettuale del nostro territorio che è in grado di intercettare importanti finanziamenti regionali ed è anche la riprova del prezioso patrimonio storico che la provincia di Siena può vantare e che deve essere opportunamente valorizzato. Ho provato rammarico a dover prendere atto che il Comune di Siena si è collocato alla posizione 42 della graduatoria, restando così escluso dal finanziamento mentre altre città capoluogo di provincia della Toscana, come Arezzo, Grosseto, Lucca e Pistoia, potranno intervenire fattivamente sulla loro cinta muraria».

Ecco nel dettaglio i comuni, i siti interessati e i relativi finanziamenti regionali:

Chianciano, Torre dell’Orologio, Via A. Casini, Porta S. Giovanni e percorsi vari adiacenti alle mura storiche, 200mila euro;

San Gimignano, mura e camminamenti, 120mila euro;

Monteriggioni, complesso di Badia a Isola, 200mila euro;

Montepulciano, mura medievali, Porta delle Farine e S. Maria dei Servi, 182.800 euro;

Sovicille, Borgo Murato di Torri, 200mila euro;

Radicofani; Sistema di Fortificazioni, 200mila euro;

Rapolano, Torre Quattrocentesca, 200mila euro;

Murlo, Castello di Murlo, 200mila euro;

Sinalunga; Porzione della cinta muraria di Rigomagno, 188mila euro;

San Quirico, Horti Leonini, Camminamento esterno alle Mura, 130.800 euro.

 

Home Page

 

 

 

Lascia un commento