Il velocista bielorusso ha ottenuto il visto polacco dopo essersi rifiutato di imbarcarsi sul volo di ritorno

Un funzionario saudita rivela la brutalità del regime e del principe Mohammed bin Salman
3 Agosto 2021
La spinta del Tesoro, chiudere in tempi stretti. L’obiettivo è evitare che i costi salgano
3 Agosto 2021

Il velocista bielorusso ha ottenuto il visto polacco dopo essersi rifiutato di imbarcarsi sul volo di ritorno

Un atleta olimpico bielorusso che si è rifiutato di imbarcarsi su un volo di ritorno da Tokyo dopo aver criticato i funzionari della squadra ha ottenuto un visto umanitario dalla Polonia.

Krystsina Tsimanouskaya è entrata lunedì nell’ambasciata polacca a Tokyo e mercoledì volerà a Varsavia, ha scritto sul servizio di messaggistica Telegram Alexander Opeikin del Belarusian Sports Solidarity Fund, un’associazione che sostiene gli atleti che sono incarcerati o perseguiti per convinzioni politiche.

“Lei è ok. È un po’ delusa perché voleva continuare ai Giochi Olimpici”, ha detto Opeikin al New York Times .

Tsimanouskaya “ha ricevuto un visto umanitario”, ha scritto su Twitter il viceministro degli Esteri polacco Marcin Przydacz , aggiungendo che il suo Paese “farà tutto il necessario per aiutarla a continuare la sua carriera sportiva”.

La velocista avrebbe dovuto gareggiare nelle manche di 200 metri lunedì, ma è stata rimossa dalla competizione dopo aver criticato i suoi allenatori su Instagram, dicendo che non erano riusciti a garantire i test antidoping necessari per i suoi colleghi atleti e l’hanno inserita nella staffetta 4x400m “dietro [la sua schiena.”

Il presidente del Comitato olimpico bielorusso è il figlio del leader Aleksandr Lukashenko, che ha represso i dissidenti dopo le elezioni presidenziali dello scorso anno, che sostiene di aver vinto ma che è stata ampiamente condannata come fraudolenta.

La leader dell’opposizione bielorussa Svetlana Tikhanovskaya, fuggita in Lituania dopo le elezioni, ha dichiarato  su Twitter di  essere “grata” al Comitato olimpico internazionale per la sua “pronta reazione”.

 

https://www.politico.eu/

Lascia un commento