Interrogazione a risposta scritta sui lavori alla Dupré.

La critica all’idea di metodo scientifico
23 Novembre 2021

Interrogazione a risposta scritta sui lavori alla Dupré.

 

OGGETTO: Interrogazione a risposta scritta dei Consiglieri del gruppo Per Siena Vanni Griccioli, Massimo Mazzini e Pierluigi Piccini in merito ai lavori di messa in sicurezza della scuola Dupré.

Al presidente del Consiglio Comunale

Evidenziamo come riportato nell’Atto dirigenziale N° 2644 del 30/09/2021 che in data 28/04/2021 prot. 4831 perveniva dal Comando dei Vigili del Fuoco comunicazione di situazione di pericolo in atto presso la scuola Duprè, per l’avvenuto distacco di una porzione di intonaco presso i locali della segreteria, diffidando il Comune di Siena in qualità di ente proprietario ad eseguire ulteriori e approfonditi controlli da parte di tecnico e ditta qualificati.

Stante la situazione il Servizio Manutenzioni Immobili, in seguito all’avvenuta comunicazione ai sensi dell’art. 27 del D.Lgs. 42/2004 e con affidamento a impresa qualificata, ha proceduto tempestivamente alla messa in sicurezza dei locali segreteria della Scuola Duprè, mediante la rimozione complessiva degli intonaci e dei controsoffitti.

Il giorno 6 Agosto 2021 con Avviso Pubblico n. 26811 il Miur ha emesso un Bando per l’assegnazione di risorse agli enti locali, titolari delle competenze relative all’edilizia scolastica ai sensi della legge 11 gennaio 1996, n. 23 per affitti, noleggi di strutture modulari temporanee e lavori di messa in sicurezza e adeguamento di spazi e aule di edifici pubblici adibiti ad uso scolastico per l’anno scolastico 2021-2022;

in data 12/08/2021 Il Servizio Manutenzione Immobili, della Direzione Manutenzione, Ambiente e Verde, del Comune di Siena ha risposto all’Avviso sopra richiamato, inoltrando apposita domanda al MIUR e con Atto Dirigenziale n.2125 venivano finanziate le indagini le indagini di verifica dello sfondellamento dei solai– cig: ZCE31A3591 prima di procedere al ripristino definitivo dell’intradosso dei solai medesimi ed alla riapertura degli uffici, in modo tale da individuare la successiva soluzione tecnica più adeguata al contesto;

il 23 agosto 2021 con Decreto Direttoriale n.247 del, il MIUR ha approvato le graduatorie relative all’Avviso pubblico n. 26811 del 6 agosto 2021 per affitti, noleggi e lavori per l’anno scolastico 2021-2022, ammettendo la domanda di finanziamento inoltrata dal Servizio Manutenzione Immobili della Direzione Manutenzione, Ambiente e Verde del Comune di Siena, con un finanziamento di 170.000,00 € per noleggi e spese derivanti dalla conduzione degli spazi, e 200.000,00 € per lavori di messa in sicurezza e adattamento spazi anno scolastico 2021/2022, per un totale di €.370.000,00;

in data 09.09.2021 sono state effettuate le indagini da parte della ditta UNILAB affidataria, che ha successivamente trasmesso i risultati con nota prot. n 68969 del 10/09/2021

con Atto Dirigenziale n.2491 del 15/09/2021 sono stati affidati i lavori di messa in sicurezza di solai degli spazi della scuola al fine di garantire la continuità didattica presso la Scuola primaria G. Duprè – Via Roma n.63, a ditta specializzata nel settore in grado di intervenire immediatamente per mettere in sicurezza solo gli ingressi della struttura scolastica e le zone di tre gruppi bagni verificate con le indagini;

Con determinazione dirigenziale nr. 2567 del 23/09/2021 è stato effettuato l’accertamento del contributo MIUR di € 200.000,00, per lavori di messa in sicurezza e adattamento spazi presso la scuola primaria “Giovanni Duprè”;

Il 27/09/2021 lo Studio professionale NUOVOMODO s.r.l., con sede in Via Camollia n.30- C.F. 01205170523, su sollecito verbale della Direzione Manutenzione Ambiente e Verde, con Prot 73517, ha trasmesso un’offerta che è stata ritenuta congrua dalla competente struttura tecnica anche in virtù del fatto che sarebbe stato necessario redige in tempi rapidi la progettazione definitiva ed esecutiva della messa in sicurezza degli spazi al fine di garantire la continuità didattica della Scuola Primaria Giovanni Duprè, per una prima fase, così da per poter partecipare al bando MIUR dove il termine ultimo è fissato per il 29 ottobre 2021 pena la perdita del contributo richiesto e ottenuto.

Visto che il bando del Miur è stato generato al fine di garantire la continuità didattica nell’anno scolastico 2021-2022 “PER L’ASSEGNAZIONE DI RISORSE AGLI ENTI LOCALI, TITOLARI DELLE COMPETENZE RELATIVE ALL’EDILIZIA SCOLASTICA AI SENSI DELLA LEGGE 11 GENNAIO 1996, N. 23. PER AFFITTI, NOLEGGI DI STRUTTURE MODULARI TEMPORANEE E LAVORI DI MESSA IN SICUREZZA E ADEGUAMENTO DI SPAZI E AULE DI EDIFICI PUBBLICI ADIBITI AD USO SCOLASTICO PER L’ANNO SCOLASTICO 2021-2022.

Chiediamo:

– perché le motivazioni stringenti di messa in sicurezza per garantire la continuità didattica sono tutte emerse posteriormente all’approvazione delle graduatorie (23 agosto) da parte del Miur relative all’Avviso pubblico n. 26811 del 6 agosto 2021 come espresso  nell’Atto dirigenziale n. 2644 del 30 settembre “LAVORI DI MESSA IN SICUREZZA DI SOLAI DEGLI SPAZI DELLA SCUOLA AL FINE DI GARANTIRE LA CONTINUITÀ DIDATTICA” e non i giorni successivi la diffida dei Vigili del fuoco fatta il 28/04/2021.

– Quando sono stati effettuati gli interventi di verifica delle condizioni di statica ed affini che hanno certificato la possibilità di aprire la sede in sicurezza per avviare l’anno scolastico.

Che tipo di interventi specifici sono stati compiuti e che tipo di progetti sono stati predisposti per la messa in sicurezza del fabbricato, o porzioni di questo.

Se il MIUR non avesse bandito l’avviso pubblico del 06 agosto e non vi fosse stata l’assegnazione di dette risorse, il Comune sarebbe intervenuto in ogni caso per l’esecuzione dei lavori di cui stiamo discutendo o avrebbe rimandato l’esecuzione alla chiusura della scuola estate 2022

– Quali sono stati i requisiti essenziali di necessità e urgenza che hanno giustificato le modalità e i tempi scelti, viste le parole profuse dall’Assessore e dai tecnici che hanno escluso in modo chiaro e categorico esservi alcun pericolo strutturale, alcun pericolo di crollo e dunque non vi è alcun pericolo per l’incolumità di alunni, docenti e personale scolastico.

– Se sono stati quantificati i costi delle azioni necessarie per garantire la didattica a tutti i bambini nei plessi adibiti per lo svolgimento delle lezioni e nella fattispecie del trasporto giornaliero degli alunni presso le nuove strutture e il loro rientro, del personale atto all’accompagnamento dei bambini, del trasloco della strumentazione utile al corretto svolgimento delle lezioni e il successivo ritorno delle stesse presso la sede scolastica Giovanni Dupré, del trasporto delle vettovaglie della mensa e dei costi annessi e connessi al personale scolastico in virtù dei loro spostamenti nelle sedi distaccate momentanee.

– Se il livello di programmazione riguardo allo smistamento dei bambini per il loro trasferimento a Presciano e San Miniato abbia considerato le tempistiche necessarie a tale operazione e se sono state calcolate le ore di didattica che i bambini andranno a perdere in questi mesi di spostamenti e come si pensa di supplire a tale problematica.

Chiediamo inoltre:

-le motivazioni per cui i genitori sono stati avvertiti con una circolare del Dirigente Scolastico solo il 12 di novembre ovvero a dieci giorni dell’inizio dei lavori e non prima visto che il comune aveva già affidato i lavori ed era consapevole che entro il 29 ottobre dovevano essere comunque caricati tutti documenti richiesti dal bando pena la perdita del contributo richiesto.

– Perché gli insegnanti non sono stati coinvolti e resi partecipi con largo anticipo per rendere più lieve questa situazione che andrà a modificare la vita del personale scolastico e degli alunni.

– Se sono stati infine verificati i costi benefici per eseguire questi lavori visto tutto il disagio che sta ingenerando nei confronti dei bambini, delle famiglie e degli insegnanti.

Siena, 22 novembre 2021

Lascia un commento