PNRR, il Comune ci ha messo una toppa?

Letta tende la mano ai renziani su Siena Ma a Firenze è ancora scontro
28 Luglio 2021
Cybersorveglianza, le conseguenze dell’inchiesta Pegasus Project
29 Luglio 2021

PNRR, il Comune ci ha messo una toppa?

di Pierluigi Piccini

 

C’è qualcosa che non capisco. Qualche giorno fa ho fatto una richiesta, per conto di Per Siena, per sapere quali erano i progetti relativi alla richiesta di finanziamento in relazione al bando di Rigenerazione Urbana di cui al DPCM del 21/1/2021. Mi hanno risposto, con nota ufficiale del Comune a firma di Sara Pugliese, elencandomi i 15 progetti. Confermando, altresì, che i 15 progetti erano tutti a valere sul DPCM in oggetto. Un programma triennale già conosciuto essendo quello dei Lavori Pubblici presentato in Consiglio Comunale. Alla risposta ufficiale ho chiesto che mi venisse fornito anche il livello di progettazione. Cosa che dovrebbe avvenire fra qualche giorno, almeno lo spero. Oggi, viceversa, veniamo a sapere, con nota anch’essa ufficiale del Comune che le richieste gravano su undici bandi tra cui Anci Mediaree, il Bando Urban C e il Bando della Regione Toscana “Centomilaorti”. Alcune richieste progettuali sono state assegnate a Siena, ma non ci viene fornito l’ammontare, cosa non di poco conto.

Si potrebbe obiettare che il DPCM del 21/1/2021 non è il PNRR. Giusto! Ma da quello che ci è dato comprendere essendo il PNRR successivo al DPCM con molta probabilità i due provvedimenti sono stati unificati avendo entrambi come oggetto la Riqualificazione Urbana. Ciò che propende per la riunificazione è il fatto che il PNRR prevedeva uno stanziamento di 2,8 miliardi di euro che è arrivato a 3,2 grazie ad un finanziamento in essere che con molta probabilità è proprio quello del DPCM del 21/1/2021.

Comunque la risposta ufficiale del Comune parla di quest’ultimo e oggi, viceversa apprendiamo che le richieste sono formulate su diversi Bandi. Bandi di cui bisognerebbe conoscere la dimensione economica perché, così a occhio, non sono paragonabili con gli stanziamenti del Fondo Nazionale di Ripresa e Resilienza inviato al Parlamento alla fine di aprile. Qualcosa va chiarito. Non vorrei che il Comune vistosi escluso dai cospicui finanziamenti del PNRR abbia cercato di metterci una toppa.

 

In relazione alla sua richiesta integrativa, si riporta l’elenco dei progetti per i quali è stato richiesto finanziamento al Bando Rigenerazione Urbana di cui al DPCM 21/1/2021 Accesso Agli atti

 

 

Qualità dell’abitare, Appolloni e Pugliese: “La mancata domanda del Comune frutto di una precisa strategia”

Comments are closed.