Uno scambio di idee sul progetto “Uffizi diffusi”

La partecipazione di comunità
4 Marzo 2021

Uno scambio di idee sul progetto “Uffizi diffusi”

Un esempio positivo: Mostra organizzata dal direttore del Santa Maria della Scala, Pittèri sui maestri non italiani della collezione Spannocchi. L’opera in oggetto data agli Uffizi nel 1913 dall’Istituto d’Arte in forma di deposito revocabile a semplice richiesta, a seguito della mostra, è tornata stabilmente a Siena.

Io – A Siena da lungo tempo una nutrita serie di opere dei depositi della Pinacoteca sono andate nei musei territoriali. Solo che il rapporto era in un altro contesto, cioè veniva da un ente preposto che gestiva unitariamente il territorio e un museo, che si era formato con i beni del territorio. Oggi tutto questo praticamente non esiste più e i musei nazionali resi indipendenti, ribaltano la situazione, redistribuiscono le opere, cioè fanno un’attività che prima facevano altri con altre competenze quelle di essere attenti alla valorizzazione del territorio e alla provenienza delle opere, insomma una ricomposizione spazio, temporale della cultura legata alle opere.

L’operatore culturale – Oggi il tutto avviene in una logica squisitamente commercial-turistica. Finché il progetto aveva come punto di riferimento le Ville medicee poteva andare pure bene, ma interventi a pioggia non hanno altro fine che l’accaparramento di un pezzetto di un presunto business. Non comprendendo che la redditività legata al bene culturale passa altrove. In questo caso, poi, c’è un effetto di egemonia economico culturale tutta a vantaggio degli Uffizi e di Firenze che sta pensando di dislocare delle presenze vicino all’autostrada: una sorta di autogrill.

Io – Il rischio è quello, perché viene dai sindaci che vogliono parte del ‘tesoro’. Bisognerebbe che almeno ci fosse una regia culturale che attua le scelte

L’operatore culturale – Regia culturale? E dov’è? E comunque il tutto dovrebbe avvenire su progetti precisi, frutto di una collaborazione scientifica e di una produzione portatrice di restauri, se necessari, capace di coinvolgere le competenze presenti nei rispettivi territori.

Io – Appunto!

Siena scommette sul progetto ’Uffizi diffusi’

 

Tutte le news di oggi di Siena – La Nazionewww.lanazione.it › siena

Lascia un commento