Asti: “Per aiutare economicamente la città, nessuna remora ad annullare anche il Palio”

La solidarietà viene dalle Contrade. Intervista a Claudio Rossi, rettore del Magistrato
5 Aprile 2020
DOMENICA DELLE PALME
5 Aprile 2020

Asti: “Per aiutare economicamente la città, nessuna remora ad annullare anche il Palio”

Maurizio Rasero, sindaco di Asti

In questo momento la priorità è salvare vite umane, quindi supportare con tutti i mezzi possibili chi dovrà affrontare una terribile crisi economica. Per questo motivo al di là della fattibilità o meno di certe manifestazioni, dal punto di vista sanitario sono pronto ad annullare quanto in programma per risparmiare soldi a bilancio e destinarli dove serve”. – Così il sindaco Maurizio Rasero sul futuro di alcune importanti manifestazioni astigiane, che avrebbero dovuto costellare il calendario degli appuntamenti astigiani da qui a settembre.
Certa la cancellazione di tutti gli eventi in programma per i festeggiamenti patronali, da quelli paliofili al tradizionale spettacolo pirotecnico sul Tanaro

Così come sicuramente a giugno non ci saranno le condizioni sanitarie per organizzare Asti Teatro. Ma al di là dell’aspetto di profilassi sanitaria, anche alcune manifestazioni in là nel tempo, come Asti Musica ma soprattutto quelle del settembre Astigiano, una su tutte il Palio (che si sarebbe dovuto correre il 6 settembre) sembrano andare verso la cancellazione.

“Ovviamente non abbiamo ancora pensato a questi eventi – afferma il sindaco – che sono le ultime delle mie preoccupazioni, anche perché stiamo programmando mese per mese. Sicuramente l’intento è quello di destinare più fondi possibili per aiutare la città in questo momento di emergenza mai vissuta prima. Per questo motivo non avrei nessuna remora ad annullare l’edizione 2020 del Palio”.

Una decisione ufficiale dovrà essere presa sicuramente nelle prossime settimane, ma le priorità per la città in questo momento sono altre. Perché se l’emergenza sanitaria si spera cessi nei prossimi mesi, quella economica perdurerà a lungo.

Comments are closed.