Ecco il liberismo che serve ai deboli