Tirelli rimborsa il ristoratore multato

Rassegna stampa
5 Aprile 2019
QUALE FIRENZE,QUALE CULTURA
6 Aprile 2019

Tirelli rimborsa il ristoratore multato

di Pierluigi Piccini

Personalmente non so se la notizia apparsa questa mattina sul rimborso fatto direttamente dal Tirelli al commerciante multato per aver pulito il tratto di strada di fronte al suo negozio sia vera o falsa. E non sapendolo non posso neppure conoscere i dettagli. Ma se fosse vero e dobbiamo crederlo, viste le notizie apparse nei media ed a ora non smentite, allora l’atto dell’assessore al turismo comporta alcune considerazioni: vediamole. La prima è di natura generale quello dell’assessore fiorentino al turismo è un gesto che ha poco di istituzionale e ha, viceversa, tanto il sapore della mossa populistica. Il rappresentante delle istituzione avrebbe dovuto evitare di fare atti che vanno ad incidere sull’operato dei vigili urbani che, fra l’altro, rispondono direttamente al sindaco. Non credo che i vigili abbiano fatto la multa a cuor leggero e che gli sia costata molto, ma il regolamento va rispettato anche quando non piace e li espone alle critiche. Al ristoratore sarebbe stato meglio, da parte del rappresentante dell’istituzione, suggerire di fare ricorso contro la multa permettendo all’amministrazione di rivedere il provvedimento sanzionatorio e mettere le mani sul regolamento.Tirelli ha sconfessato, in questo modo, l’operato dei vigili accusandoli, di fatto, di un comportamento negativo. Ma poi questo rimborso personale, se fosse vero, da dove proviene, dalle casse del Comune? Allora bisogna capire la procedura. O dal conto personale alla Banca Chianti del Tirelli? Comunque, stiano come stiano le cose, il comportamento dell’assessore al turismo è tipico di una persona che non ha la consapevolezza del ruolo che riveste, ma in questa maggioranza non è una eccezione il Comune sembra essere una anomalia privata.

Comments are closed.