Davide Barletti, l’importanza di sbagliare