La comunicazione e i partiti: come prima, più di prima