Bonanno e Genovese, gli affari di cosa nostra americana