Priorità essenziali, non estemporanee invenzioni. Ora un’agenda concreta